Danza o muori – Ahmad Joudeh

Scheda Libro

9788851165567_20181106_ec0ec5c8f254fb12a044004528a427fb.jpg

Titolo: Danza o muori
Autore: Ahmad Joudeh
Editore: Dea Planeta
Data di uscita: 06/11/2018
Numero di pagine: 225 p
Prezzo cartaceo: 13.60
ISBN 9788851165567


Sinossi

Danza o Muori è la storia – raccontata dalla voce stessa del suo protagonista – di Ahmad Joudeh, nato nel 1990 da padre palestinese e mamma siriana, e cresciuto nel campo profughi palestinese Yarmouk, a Damasco, in Siria.
Appassionato di ballo fin dalla più tenera età, Ahmad ha frequentato lezioni di danza in segreto a causa dell’opposizione del padre, che lo bastonava alle gambe per impedirgli di ballare.
A rendere tutto ancora più difficile, la guerra (le bombe hanno distrutto la sua casa, il suo quartiere, e ucciso cinque membri della sua famiglia). Ma Ahmad Joudeh ha continuato a ballare e a studiare danza sul tetto della casa di amici, un muro come sbarra, tra le pallottole e le esplosioni non troppo lontane, e a dare lezioni di danza ai bambini del campo.
Nel 2014 partecipa alla versione araba del reality ‘So You Think You Can Dance’: arriva in semifinale, ma non vince perché senza nazionalità. L’apparizione in questo programma lo rende celebre sia in Siria sia all’estero ma gli procura l’odio degli estremisti.
Ma nemmeno questo lo ha fermato e negli ultimi anni Ahmad si è esibito sui palchi di tutta Europa, portando ovunque il suo messaggio di pace grazie a diverse performance dedicate ai tanti artisti meno fortunati di lui costretti a restare in Siria.
Il suo sogno è fondare e dirigere il Syrian National Ballet in una Siria finalmente libera e pacificata.

Recensione

La danza è un’arte che racchiude tante emozioni, fa da valvola di sfogo e fornisce energia, così come tutte le arti ha bisogno di molta esercitazione e tanta passione.
Ahmad Joudeh con “Danza o muori” ci racconta la sua personale e unica storia di come la danza gli ha salvato la vita, come l’ha sostenuto durante la sua crescita a Yarmouk, luogo di guerra siriana.
Con parole semplici ci immerge nel suo mondo che si erige su tensioni, paura e odio.
È lui l’unico che si deve fare forza per andare avanti.
Il romanzo si apre con una prefazione di Roberto Bolle che evidenzia ancora di più il carattere coraggioso e audace del protagonista.
“Danza ho muori” ha una narrazione fluida con cui fin da subito il lettore riesce a riconoscersi in Ahmad ed è così fino alla fine della lettura.
È un libro che dovrebbe essere letto da tutti perché è portatore di numerose concezioni tra le quali la più importante, quella che rimane impressa durante la lettura, è la tenacia nel seguire le proprie passioni.

“Danzo per non finire anch’io sotto quelle macerie. Perché la guerra mi ha portato via tutto, meno che me stesso. Io ci sono ancora e, per questo, danzo”

 

Acquista il libro

1280px-amazon_logo_plain.svg


Sostieni il blog e i giveaway

kofi


Seguimi su

insta.png

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...