Tu non ci credere mai- Alessandro Marchi

SCHEDA:

Titolo: Tu non ci credere mai
Autore: Alessandro Marchi
Editore: LIBROMANIA
Data di uscita: 05/07/2018
Numero di pagine: 422
Prezzo cartaceo: €9.90
Prezzo ebook: €4.99
ISBN: 9788851166113

RECENSIONE:

copertinaTu non ci credere mai è il nuovo libro, edito LIBROMANIA, di Alessandro Marchi.
L’autore ci regala una biografia romanzata di suo nonno, Aldo Marchi, un uomo semplice, libero e affabile costretto per mezzo di una lettera ad arruolarsi nell’esercito Italiano, in Africa.
Il filo conduttore del libro è la vita del protagonista che viene raccontata tramite capitoli che si alternano a periodi del suo vissuto, infatti, ad episodi trascorsi in guerra in Africa si alternano episodi della vita in paese, oppure, ricordi dell’infanzia del giovane Aldo.
Questo intercorrere di episodi rende il libro particolarmente suggestivo al lettore.
Aldo è un uomo semplice proprio come suo padre, un uomo di terra, infatti quando gli giungerà la fatidica lettera nella quale c’era scritto di partire verso la Libia per prestare aiuto all’esercito Italiano, rimarrà spiazzato.

Immaginavo le coste dell’Italia invase da ragazzi desiderosi di partire. Io, invece, di fare la guerra non ne avevo voglia: volevo solo che la terra fosse meno dura.

La vita del protagonista è un susseguirsi di eventi spiacevoli, che caratterizzeranno la sua personalità, ai quali però riuscirà a far fronte solo pensando alla famiglia: sua moglie Carolina e i suoi tre figli.
Ad ogni momento della sua vita coincide anche un luogo e un’emozione come:
Querceto, posto della sua infanzia e della famiglia= felicità e gioia, ma anche tristezza di ricordi vissuti.
Africa, posto di guerra e odio= negatività e rammarico.

Dalla figura di Aldo scaturisce un vero e proprio manifesto sulla liberà, sull’amore, sulla pace e sulla FAMIGLIA, temi che vengono trattati in modo molto assiduo in questi ultimi tempi ma anche in maniera molto superficiale.
Questo libro restituisce al lettore fondamenti che si sono, quasi, persi nella nostra società.

SINOSSI:

Anni Trenta. I cicli della terra segnano il tempo al Querceto: poche case sparse, piccoli fazzoletti di terra buona ma dura da coltivare sulle pendici di Monte Sole. Aldo Marchi cresce in quel piccolo mondo tra fatiche nei campi, feste e riti contadini, ma a renderlo felice sono le passeggiate solitarie e senza meta nei boschi che ricoprono quel tratto di Appennino tosco-emiliano. Aldo è taciturno come il padre, ha uno spirito libero che lo rende diverso dai fratelli e fa storcere il naso persino a sua madre. Giovane contadino, vive anni drammatici della storia del Novecento: è soldato nell’esercito italiano in Africa, lotta per la sopravvivenza tra bombardamenti e stragi lungo la linea Gotica durante la Seconda guerra mondiale, nel dopoguerra trova un nemico ancora più grande nei medici che trattano come malattia mentale la sua epilessia. In mezzo alle avversità, brilla sempre la luce dell’amore per Carolina e per i loro figli. Un amore incontaminato che, pur tra sofferenze e delusioni, nutre le sue speranze per il futuro e la sua capacità di resistere all’ignoranza e ai pregiudizi che lo circondano.
Tu non ci credere mai è un inno alla libertà e alla resilienza dell’animo umano: un intenso romanzo familiare che restituisce voce e dignità a chi ne era stato ingiustamente privato.
«Ogni singola parola di questa storia è vera come la guerra, straziante come l’amore, spietata come la malattia. Un romanzo da applausi.» Leonardo Patrignani.

CONSIDERAZIONI PERSONALI:

Un libro che fa riflettere su cosa sia veramente la vita.
Il lettore sin dalle prime pagine si affeziona alla figura di Aldo, uomo dai modi semplici della campagna.
È una lettura semplice e fluida, molto scorrevole che si fa leggere in meno di una settimana.
Alcune parti del libro sono molto dure, tra queste le cartelle cliniche e il rapporto tra Aldo e il manicomio. Proprio in queste parti mi sono ritrovata ad odiare questo romanzo, perché fa capire quanto male e menefreghismo verso il prossimo sia presente nel mondo.
Ho apprezzato molto questo libro per cui ho deciso di dargli:
Voto_







Ora è arrivato il momento di parlavi del mio nuovo eReader che ho ricevuto come regalo da mamma e papà. Il modello che mi hanno regalato è il nuovo KOBO AURA H2O che era scontato fino all’11 Luglio di €20, quindi da €179.99 a €159.99
Vi parlo di questo eReader come principiante, in quanto primo kobo in assoluto.
Mi ci sto trovando abbastanza bene. Per quanto riguarda lo screen si ha la possibilità di scegliere la luminosità, anche a seconda delle ore in cui leggete e io mi trovo benissimo con la modalità “AUTO” che permette allo schermo di ambientarsi a seconda della luce che si ha in casa o fuori.
La cosa che mi fa rimanere molto perplessa, probabilmente comune a tutti gli eReader, è la poca scorrevolezza quando si sottolineano frasi di un libro, ci metto almeno 2 minuti per sottolineare solo due parole e la maggior parte delle volte mi arrendo.
Il Kobo ha la possibilità di connettersi e aggiornarsi alle tue letture su tutti i dispositivi digitali tramite l’applicazione che però legge solamente i libri che acquistate dallo store KOBO, quindi non ha la possibilità di aggiornarsi con libri che avete scaricato da altri store.
Con l’applicazione pocket potrete salvare degli articoli tra i vostri preferiti e rileggerli offline sul KOBO, attenzione gli articoli riportati su pocket sono solo in lingua inglese.
Lo schermo è di 6.8″, abbastanza grande e si riesce a leggere una pagina intera di libro senza diventare ciechi.
Contiene fino a 6.000 ebook, quindi ha una memoria interna di 8 GB
Come dice il nome del modello, H2O, è resistente all’acqua ma a dire la verità ho paura di provarlo, però mi da più sicurezza nel portarlo al mare e in piscina.
Caro KOBO, ti devo rimproverare per le tue domande, quando cerchi nello store di consigliarmi i libri, con i qual’è  fallo con i QUAL È. 🙄
Per concludere, mi ci sto trovando molto bene ma non sostituirà mai la soddisfazione del libro cartaceo in mano.
Voi avete un eReader e come vi ci trovate?

KOBO H2O
COVER KOBO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...